Tour du Grand Paradis

Il 27 marzo ritorna il Tour du Grand Paradis – Trofeo Renato Chabod, 1° Memorial Pierino Jocolle, gara di scialpinismo con cadenza biennale, giunta alla nona edizione, dopo l’annullamento dell’edizione 2020 a causa della pandemia.

La novità più importante della gara di scialpinismo a Tecnica Classica sull’unico “4000” interamente italiano, nel Parco Nazionale del Gran Paradiso in Valle d’Aosta, è che sarà individuale e non più a coppie. Qualche novità viene introdotta sul percorso, che sarà comunicato nelle prossime settimane, ma che dovrebbe mantenere la partenza in località Pravieux-Pessey e arrivo in località Pont, in Valsavarenche, passando per i rifugi Federico Chabod e Vittorio Emanuele II, per svilupparsi sulle pendici del Gran Paradiso e al cospetto delle altre vette quali Tresenta, Ciarforon e Becca di Monciair.

La quota di iscrizione è fissata in euro 45 (+15 euro di cauzione per il chip) per le categorie Senior e Master e di euro 35 più cauzione chip per la categoria Giovani. La quota di iscrizione comprende: l’organizzazione e il servizio di sicurezza ed assistenza tecnica e ristoro sui percorsi di gara, un pacco gara consistente in zainetto ADMO contenente prodotti tipici regionali, buono pasto per il pranzo di chiusura della domenica, dorsali e chip.
Il Tour du Grand Paradis – Trofeo Renato Chabod è organizzato dallo Sci Club Valsavarenche con la collaborazione dell’Ente Parco Nazionale del Gran Paradiso, della società Guide Gran Paradiso, della Fondation Grand Paradis, del Comune di Valsavarenche. Il personale che farà assistenza sul tracciato sarà messo a disposizione dall’Ente Parco Nazionale del Gran Paradiso, dalle Guide Alpine, dal Corpo Forestale, dai volontari dello Sci Club Valsavarenche e dei comuni limitrofi. Inoltre ci saranno anche alcuni volontari della Vertical Transvanoise, la gara gemellata con il Tour du Grand Paradis, che negli anni ha dato vita al Trophee des Bouquetins e attualmente è in fase di definizione. Altro fondamentale partner è l’ADMO (Associazione Donatori Midollo Osseo), che contribuisce con la fornitura di zainetti dove saranno messi i prodotti tipici con marchio di qualità del Parco che verranno consegnati come premio di partecipazione agli atleti.

Visto lo stato di emergenza sanitaria il campo gara sarà accessibile solo ai possessori di green pass base, chiedendo a tutti gli atleti di prestare attenzione al distanziamento interpersonale e di indossare la mascherina FFP2 al momento della partenza. Si confida nel nel buonsenso di tutti gli atleti, ricordando invece che per accedere ai ristoranti è obbligatorio il green pass rafforzato.

back to top